Che cos’ è la tecnica FUE

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La FUE (sigla che sta per Follicular Unit Extraction , vale a dire Estrazione di Unità Follicolari) è una tecnica di autotrapianto dei capelli. L’intervento ha mediamente una durata di 4-5 ore e viene eseguito sotto anestesia locale. Esso si divide in due fasi, una di espianto e una di impianto. Uno degli aspetti positivi di questa tecnica è che non prevede il rischio di lasciare cicatrici in nessuna delle due fasi.
Normalmente prima di qualsiasi operazione il paziente è sottoposto a una visita specialistica di valutazione del caso.
Durante la fase di espianto, viene individuata sul capo la cosiddetta “zona donatrice”, all’interno della quale vengono rasati i capelli. Dopo aver anestetizzato la cute, vengono estratte singolarmente le unità follicolari senza operare alcun tipo di incisione. Questo metodo permette di non causare cambiamenti estetici né tattili né visivi.
Successivamente si passa alla fase di impianto, che prevede l’installazione delle unità prelevate in una nuova “zona di impianto”, ovvero quella in cui i capelli sono assenti e dalla quale poi cominceranno a crescere normalmente. A questo punto potranno essere lavati, pettinati e trattati come gli altri.

Come qualsiasi intervento nei giorni immediatamente successivi richiede una particolare attenzione alle zone trattate. Per il trapianto capelli FUE non è previsto un dolore permanente, ma qualche caso sporadico potrebbe verificarsi nella fase prossima al trattamento. In un periodo che va dall’una alle due settimane si garantisce la completa guarigione della zona donatrice delle unità follicolari. Allo stesso modo non ci si deve preoccupare se nei tre mesi successivi si assiste alla caduta dei follicoli. Essa è dovuta allo stress subìto dal cuoio capelluto, che sarà comunque ormai pronto a produrre nuovi capelli e dopo un ciclo di circa 6 mesi avrà raggiunto il livello estetico ottimale.

Il livello dei risultati dell’intervento dipende da una serie di fattori variabili relativi alle condizioni del paziente. La resistenza dei capelli impiantati è garantita dal fatto che l’espianto avviene, previa verifica, in zone che non sono soggette all’ormone della calvizie. Inoltre questa tecnica, grazie al fatto che il miglioramento è graduale, non rischia di risultare artificiale. Questo effetto è ovviamente ottenuto anche dal fatto che i capelli impiantati sono originari della persona, e per questo naturali e non artificiali.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail